lunedì, 18 febbraio 2019 - 18:45:16
HOME

ASD Società Sportiva

PIANO SAN LAZZARO 1948

ANCONA


Main Sponsor


  
Stagione Sportiva 2018/19
Campionato Provinciale Ancona
Terza Categoria


L'ANGOLO GRANATA -> NEWS

INTERVISTA AD UN LEONE DEL CENTROCAMPO JUAN COLELLA

domenica, 8 gennaio 2017 - 10:52

Inauguriamo oggi l'Angolo Granata, una serie di approfondimenti sui protagonisti della storia pianarola! Si parte con le parole di un grande ex, l'argentino Juan Colella, leone del centrocampo, autore di 95 presenze ed 8 reti con la nostra casacca, dalla stagione 2006/2007 a quella 2009/2010. Buona lettura!

Ciao Juan! Se ti dico Piano San Lazzaro… Cosa ti viene in mente?
Mi vengono in mente tante cose. E' stata la prima squadra italiana per me. Conservo tanti amici ancora! Sono arrivato che era una società umile, poi con il tempo è diventata una società molto importante per Ancona, una città bellissima. Il ricordo più bello che ho è legato a quando i miei genitori sono venuti per la prima volta e mi hanno visto giocare con quella maglia allo stadio Dorico. Bellissimo! Poi i tifosi. Tanti ricordi e tutti positivi!!!!

Quattro anni ricchi di successi con tante finali disputate. Potresti dirci quali sono le partite che più ricordi con affetto?
Purtroppo più di una finale persa. Una gara che ricordo è quella del mio esordio con la maglia del Piano a Chiaravalle, una partita bella ma non si vedeva nulla per la nebbia! Poi la semifinale al Dorico contro il Tolentino, dove abbiamo giocato molto bene ed eravamo contenti perché quella vittoria ci permise di giocare la finale. Poi tante altre partite e bei momenti in cui ci divertivamo giocando a calcio!

Con quali compagni di squadra sei rimasto in contatto?
Sono in contatto con Luca Valeri, Mariano Ciglic e Juan Sebastian Baratteri. Questi sono amici, amici veri.

Che rapporto avevi col Presidente Marinelli?
Come presidente e come persona è un tipo molto buono e generoso. Con me si è comportato sempre da 10. Come Presidente era sempre presente e, quando ti doveva dire una cosa, ti guardava in faccia e ti parlava. Aveva una passione per quella maglia strepitosa. Dava tutto per il Piano e per noi che eravamo parte del Piano. Ho avuto anche la possibilità di conoscerlo più intimamente conoscendo anche la sua stupenda famiglia!
Intimamente… Si dice così?

Si Juan! Ancora parli un italiano perfetto!
Grazie mille per il complimento, è tanto che non parlavo e non scrivevo!

Che ricordi hai di Ancona e dell'Italia?
L'Italia è molto bella e mi è piaciuto tanto vivere li per quasi 10 anni. Ancona è una delle città più belle in cui sono stato. Mi piaceva la città, la gente, il mare!!! Poi c'è il ricordo e l'affetto. Tante cose. Ad esempio il caffè che qua non è uguale, è più acqua. Poi mi manca la vostra cucina. Guarda caso proprio adesso con mia moglie abbiamo mangiato un piatto di spaghetti con pomodorini e formaggio grana. Buonissimo! Mai come da voi però! La vostra cucina è tanta roba! Poi mi manca il vostro calcio. Mi piaceva giocarlo e guardarlo. Ancora seguo un paio di squadre e degli amici che ancora giocano!

Qual'era il tuo idolo da bambino, il giocatore a cui ti ispiravi, e quali sono i giocatori più forti con cui hai avuto la fortuna di giocare?
Il mio idolo è il più grande calciatore di tutti i tempi, Diego Armando Maradona! Mi ispiravo a tanti giocatori, da bambino qui in Argentina a Juan Sebastian Veron. Poi con il tempo ho apprezzato molto Cambiasso, ed un italiano, ovvero Gennaro Gattuso. Aveva una fame… Mamma mia! I giocatori più forti con cui ho giocato, allora vediamo… Ne cito diversi del Piano come Emanuele Pesaresi, Mattia Santoni, Luca Valeri e Gianmarco Malavenda. Giocatori che ho avuto la fortuna di conoscere e giocarci insieme.

Potremmo sapere la squadra Argentina per cui tifi, se ne simpatizzi una in Europa, ed i tuoi piatti preferiti italiani ed argentini?
Ho la fortuna di tifare la miglior squadra di Argentina, il River Plate. In Europa invece mi piace il Chelsea. Tornando alla gastronomia il mio piatto preferito in Argentina è l'Asado, ovvero la carne fatta al fuoco. Poi in Italia ho tanti piatti preferiti, soprattutto la pasta con i tanti tipi di sughi con cui la cucinate. Me ne piacevano tanti! Ad esempio con il pesce, soprattutto con le vongole… TANTA ROBA!

E lo stadio più bello in cui hai giocato?
Il più bello qui in Argentina è stato quello del River, il Monumental. Io giocavo nella primavera del Lanus ed abbiamo giocato contro i pari età del River. Qui in Argentina la squadra giovanile solitamente gioca allo stadio precedentemente alla gara della prima squadra. In Italia una volta abbiamo disputato un'amichevole contro il Bologna nel loro stadio, il Renato dall'Ara. E poi ovviamente lo Stadio Del Conero. E' stato bellissimo giocare li. Mi ricordo una finale Piano San Lazzaro-Civitanovese che purtroppo abbiamo perso, ma è stata una grande emozione calcare quel campo.

Siamo arrivati ai saluti finali
Un saluto per tutti li ad Ancona ed un augurone a questa società che merita di essere sempre presente ed attiva! Un saluto soprattutto a voi che avete fatto di tutto per far rivivere il Piano San Lazzaro e a tutti gli anconetani, soprattutto a quelli che tifano il Piano!!!

Si conclude così la prima puntata della rubrica “L’Angolo Granata”. Abbiamo deciso di inaugurarla con uno dei nostri giocatori più apprezzati, un gran giocatore in campo e fuori. Caro Juan, se un giorno dovessi tornare in Italia, ti aspettiamo a braccia aperte. Il Piano è e sarà per sempre casa tua!



AUDIO DELL'INTERVISTA AD JUAN COLELLA





INTERVISTA A CURA DELL’AREA MARKETING PIANO SAN LAZZARO




ASD Società Sportiva

PIANO SAN LAZZARO 1948

P.IVA 02717920421
Via Macerata, 4 - 60128 Ancona
Sede Operativa:
Via C. Battisti, 6 - 60123 Ancona
Cell. 333.4987245
pianosanlazzaro@pec.it
Campo da Gioco:
Comunale "S. Giuliani"
Via Esino, 121 - 60126 Torrette Ancona

    




Web Master - Daniele Mascellini (2018)

Main Sponsor


Sponsor Tecnico


Football Sponsor